Proposta
Maggio 2018

 

LA BIRRA ARTIGIANALE IN ITALIA

La possiamo trovare aromatizzata ai frutti di bosco, al carciofo, al riso, fresca e gustosa o invecchiata in botti di legno; dovunque il boccale di birra made in Italy spopola.

Merito di una rete di microbirrifici artigianali sempre più in crescita: da 113 nel 2008 sono saliti a 718 nel 2017 con una crescita del 535% nel decennio e una produzione stimata di 50 milioni di litri. Una filiera che vale circa 6 miliardi di euro e secondo l’istituto di statistica la birra piace a 1 italiano su due con un consumo medio pro capite di 31,5 litri all’anno.

Sempre secondo l’istituto di analisi, la birra italiana si caratterizza per profonde innovazioni che vanno dalla certificazione dell’origine a chilometri zero al legame diretto con le aziende agricole fino alla produzione di specialità altamente distintive o a forme distributive innovative come i “BREWPUB”, pub dove viene servita esclusivamente birra prodotto sul posto.

Questo grande mercato ha portato alla nascita di nuove figure professionali come il Sommelier della birra che conosce i fondamentali storici dei vari stili di birre ed è capace di interpretare, tramite opportune tecniche di osservazione e degustazione, i caratteri principali di gusto, composizione, colore, corpo e i vari sentori al palato. Inoltre, tale approfondita conoscenza, lo rende idoneo per la composizione di accostamenti ideali tra le varie birre e i grandi piatti Nazionali aprendo così un mondo inesplorato e ricco di sorprese.